Ricette per bambini di un anno

Un bambino di un anno ha esigenze nutrizionali specifiche: ormai non è più un neonato e nella sua dieta ci sono già alimenti semi solidi, molto importante evitare carenze nutrizionali e allo stesso tempo non appesantire fegato e reni. Ecco delle ricette per bambini di un anno che rispettano la piramide alimentare tipica di questa età.

Latte e frutta tutti i giorni

I bambini di un anno devono fare due poppate di latte al giorno, solitamente una la mattina e una la sera prima di addormentarsi. Nell’arco della giornata devono esservi anche due porzioni di frutta, si possono acquistare omogeneizzati già pronti, oppure ridurre in polpa la frutta fresca, meglio non aggiungere zucchero perché non è l’ideale per la dieta dei bambini e poi la frutta contiene già il suo quantitativo naturale di zuccheri, in realtà molto più salutare, ovvero il fruttosio. La frutta può essere utilizzata per lo spuntino mattutino e pomeridiano. Da preferire, almeno nella fase iniziale, sono la mela e la pera e poi man mano che il bimbo diventa un po’ più abituato a questi sapori, è possibile integrare altre varietà di frutta, sempre attenendosi alle indicazioni del pediatra.

Ricette per bambini di un anno: brodo vegetale

Ecco però le vere ricette per i bambini di un anno. Nella piramide alimentare dei bambini deve essere presente il brodo vegetale, da utilizzare per la pastina o il semolino. Queste specialità, tipiche di una dieta per bimbi piccoli, dovrebbero occupare 1-2 pasti al giorno. Per preparare il brodo vegetale basta mettere in una pentola una patata, una carota e una zucchina, coprirle di acqua, un litro, e lasciare sobbollire. Quando inizia a bollire si deve aspettare che l’acqua si dimezzi, attraverso la naturale evaporazione a cui sarà soggetta. A questo punto si può aggiungere un pizzico di sale, quindi filtrare il brodo e utilizzarlo per la pastina. Se il brodo è in esubero, si può conservare la parte non utilizzata per almeno 24 ore, a patto di riporla in in frigorifero. Dopo aver provato questo brodo per qualche giorno, si possono aggiungere una alla volta altre verdure come, fagiolini, bietole, zucca. Perchè vengano rispettati i precetti dei nutrizionisti più rigidi nell’integrazione di una piramide degli alimenti equilibrata per bambini di 1 anno d’età, quando si segue la ricetta per una pastina o semolino si dovrà condire il tutto esclusivamente con olio extravergine di oliva e si potrà completare il piatto aggiungendo un po’ di parmigiano reggiano grattugiato o formaggino, ideale per l’assimilazione del calcio nei più piccoli, senza però esagerare nelle dosi.

Per rendere il brodo vegetale più gustoso e più nutriente si possono passare le verdure al passaverdure e aggiungerle alla pastina, oppure darle al bambino condite con un filo di olio extravergine di oliva, al naturale, diventando anche un ottimo secondo.

Ricette per bambini di un anno: carne e pesce

All’interno della settimana è necessario che vi siano 1-2 porzioni di carne, 1-2 porzioni di pesce e un tuorlo d’uovo. Ovviamente senve un po’ di logica per capire come un bambino di un anno non possa mangiare una bistecca. La soluzione è quella di comprare gli omogeneizzati, oppure prepararli in casa.

A tal proposito, reputiamo utile suggerire una ricetta destinata all’alimentazione dei  bambini di un anno. Occorrerà selezionare tagli di carne magra, preferire pollo, tacchino, manzo. I pezzi di carne devono essere inseriti in una pentola insieme a qualche verdura. Si aggiunge quindi un po’ acqua e si fa cuocere il tutto. A questo punto la carne deve essere frullata anche aggiungendo un po’ di brodo. Basta pochissimo sale e un po’ di olio di oliva e il piatto è pronto.

Il procedimento per preparare un omogenizzato a base di pesce è simile, ma fate attenzione alle lische e quindi a pulirlo in modo perfetto o il rischio è troppo alto per destinare questo pasto ad un fanciullino così giovane.

E se non si ha tempo per preparare tutti i giorni gli omogeneizzati, cosa si può fare? Nulla di particolarmente complicato, non allarmatevi!

In questo caso basterà procurarsi dei vasetti con chiusura ermetica e dopo aver prelevato la porzione del giorno, mettere la parte rimanente in frigo. In questo modo, quando si avrà bisogno di cucinare qualcosa, ma non si avrà molto tempo, si potrà riscaldarli a bagnomaria ed avere ugualmente un pasto molto nutriente.